CineTeatro Baretti  
 

SILENZIO!

C'è PORTOFRANCO Summer Night 2020
Rassegna di cinema estivo all'aperto

 

 

Portofranco SummerNight 2020 è la decima edizione della rassegna cinematografica che riproduce il format di PortoFranco – la rassegna permanente di cinema invisibile del CineTeatro Baretti. È organizzata dall’Associazione Baretti, in collaborazione con l’ Agenzia per lo Sviluppo di San Salvario ONLUS, con il patrocinio della Circoscrizione 8.

 

La rassegna intende offrire ai cittadini e al quartiere una proposta culturale di valore ed animare, attraverso il cinema, le sere d'estate di San Salvario dando nel contempo un segnale forte sulla volontà di noi esercenti e di tutto il reparto culturale della grande volontà di ripartire dopo il lockdown.

 

La contingenza sanitaria che stiamo vivendo e il conseguente stato di crisi emergenziale ci ha portato a rivedere e ripensare la rassegna così come siamo stati abituati a vivere fino ad oggi.
Per prima cosa abbiamo rimodulato la durata della rassegna. Un tempo pensata per il solo mese di luglio, quest'anno - soprattutto in considerazione del fatto che saranno in molti a non potersi spostare dalla città per vari motivi - abbiamo pensato di proporla dal 7 luglio al 17 settembre, con due appuntamenti settimanali, il martedì e giovedì alle ore 21.30.

 

Di particolare importanza è la collocazione della sede della rassegna: la Casa del Quartiere di San Salvario. Luogo di aggregazione e crocevia di iniziative e proposte culturali, la Casa, e in modo specifico il suo cortile, sono un'ubicazione ideale per proporre proiezioni all'aperto. Il cortile permette un distanziamento adeguato tra le persone, con arrivo ed uscita diversificata per evitare assembramenti. La vendita dei biglietti avverrà online appoggiandosi al sistema di cassa già in uso dal CineTeatro Baretti.

 

Per non recare disturbo al vicinato la rassegna sarà in versione SILENT MOVIE, ovvero con l'ausilio di cuffie wireless, con cui sarà possibile fruire al meglio la visione e del film senza alcun disturbo esterno. Per tutelare il pubblico ogni cuffia verrà sanificata prima dell’utilizzo con appositi prodotti disinfettanti a base alcolica. Verranno inoltre forniti appositi dispositivi di protezione individuale (copri cuffie) usa e getta.

Il pubblico dovrà arrivare con indossata la mascherina personale e potrà toglierla solo quando sarà seduto al posto.

 

In caso di maltempo valuteremo l'annullamento o lo spostamento della proiezione in un'altra serata. Speriamo nella vostra comprensione!

 

I BIGLIETTI SONO IN VENDITA ONLINE.

Ingresso 4€ (+0,50€ per diritto di prevendita)

 

Acquista i biglietti online su Anyticket.it

 

Per i disabili: sono previsti max 4 posti ad ingresso gratuito.

Per avere la garanzia dell'accesso è necessario inviare una mail a info@cineteatrobaretti.it e prenotare così il proprio posto.

Il biglietto omaggio si ritira in cassa alla Casa del Quartiere il giorno stesso della proiezione, prima dell'evento.

Eventuali accompagnatori dovranno invece acquistare il biglietto online.

 

PROGRAMMA:

01 Martedì 7 luglio SORRY WE MISSED YOU di Ken Loach (2019, 100') - [tutto esaurito]
02 Giovedì 9 luglio THE MILKY WAY di Luigi D'Alife (2019, 84')
03 Martedì 14 luglio PARASITE di Gong Joon Ho (2019, 132')
04 Giovedì 16 luglio CRIMINALI COME NOI di Sebastißn Borensztein (2019, 116')
05 Martedì 21 luglio LA M╚LODIE di Rachid Hami (2017, 102')
06 Giovedì 23 luglio CENA CON DELITTO di Rian Johnson (2019, 130')
07 Martedì 28 luglio HAPPY WINTER di Giovanni Totaro (2017, 90')
08 Giovedì 30 luglio L'ISOLA DEI CANI di Wes Anderson (2018, 101')
09 Martedì 4 agosto MOKA NOIR, A OMEGNA NON SI BEVE PI┌ CAFF╚ di Erik Bernasconi (2019, 93')
10 Giovedì 6 agosto JULIET NAKED di Jesse Peretz (2018, 105')
11 Martedì 11 agosto IL VIAGGIO DI YAO di Philippe Godeau (2018, 103')
12 Giovedì 20 agosto MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di Stefano Cipani (2019, 101')
13 Martedì 25 agosto TUTTO IL MIO FOLLE AMORE di Gabriele Salvatores (2019, 97')
14 Giovedì 27 agosto BOHEMIAN RHAPSODY di Dexter Fletcher e Bryan Singer (2018, 106')
15 Martedì 1 settembre IN VIAGGIO VERSO UN SOGNO di Tyler Nilson e Michael Schwartz (2019, 97')
16 Giovedì 3 settembre LA FAVORITA di Yorgos Lanthimos (2018, 119')
17 Martedì 8 settembre DIO ╚ DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (2019, 100')
18 Giovedì 10 settembre LE INVISIBILI di Louis-Julien Petit (2019, 102')
19 Martedì 15 settembre GRANDI BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet (2019, 125')
20 Giovedì 17 settembre UNA CANZONE SENZA FINALE di Paolo e Riccardo SarÓ (2019, 64')

 

 

 

Martedì 07 luglio
SORRY WE MISSED YOU di Ken Loach (2019, 100')

[tutto esaurito]

Newcastle. Ricky e la sua famiglia combattono contro i debiti dopo il crack finanziario del 2008. Una nuova opportunità appare all'orizzonte grazie a un furgonenuovo che offre a Ricky la possibilità di lavorare come corriere per una ditta infranchise. Si tratta di un lavoro duro, ma quello della moglie come badante non è da meno. L'unità familiare è forte ma quando entrambi prendono strade diverse tutto sembra andare verso un inevitabile punto di rottura.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 9 luglio
THE MILKY WAY di Luigi D'Alife (2019, 84')

Presenta il regista

Di giorno, le montagne tra Clavière e Monginevro sono attraversate da migliaia di sciatori in vacanza sulla neve nel comprensorio sciistico "La Via Lattea";
di notte, sono percorse di nascosto tra i boschi da decine di migranti che lasciano l'Italia per proseguire il loro viaggio oltre il confine con la Francia.
"The Milky Way" è la storia di solidarietà degli abitanti e dei pericoli affrontati dai migranti, raccontata attraverso scorci di vita e graphic novel animate sullo sfondo del mondo di montagna nella consapevolezza che – qui come in mare – nessuno si lascia da solo.

 

 

 

 

 

 

Martedì 14 luglio
PARASITE di Bong Joon-ho (2019, 132')

 

I quattro membri della famiglia di Ki-taek sono molto uniti, ma anche molto disoccupati, e hanno davanti a loro un futuro incerto. La speranza di un'entrata regolare si accende quando il figlio, Ki-woo, viene raccomandato da un amico, studente in una prestigiosa università, per un lavoro ben pagato come insegnante privato. Con sulle spalle il peso delle aspettative di tutta la famiglia, Ki-woo si presenta al colloquio dai Park. Arrivato a casa del signor Park, proprietario di una multinazionale informatica, Ki-wooincontra la bella figlia Yeon-kyo. Ma dopo il primo incontro fra le due famiglie, una serie inarrestabile di disavventure e incidenti giace in agguato.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 16 luglio
CRIMINALI COME NOI di Sebastián Borensztein (2019, 116')

 

Argentina, dicembre 2001. Un gruppo di amici e di vicini di casa mettono insieme tutti i loro risparmi per riattivare una cooperativa agricola e rilanciare l'economia della loro cittadina. Il giorno dopo aver depositato ciascuno il proprio denaro in banca, il sistema bancario e l'economia dell'Argentina collassano e loro perdono tutto quello che avevano. Ma nel giro di breve tempo scoprono di non essere soltanto le vittime del dissolvimento della struttura finanziaria del loro paese, ma di essere anche stati il bersaglio della truffa orchestrata da un avvocato e un direttore di banca senza scrupoli che li hanno raggirati per approfittare della situazione. Virando verso l'heist movie, il film racconta le peripezie di donne e uomini comuni di una città di provincia che uniscono le proprie forze e mettono in atto un piano per reimpossessarsi di quello che spetta loro di diritto.

 

 

 

 

 

 

Martedì 21 luglio
LA M╚LODIE di Rachid Hami (2017, 102')

Presenta Damiano Accattoli, responsabile della Scuola Popolare di Musica dell'Associazione Baretti.

Simon, un famoso musicista ormai disilluso, arriva in una scuola alle porte di Parigi per dare lezioni di violino. I suoi metodi d'insegnamento rigidi non facilitano il rapporto con alcuni allievi problematici. Tra loro c'è Arnold, un timido studente affascinato dal violino, che scopre di avere una forte predisposizione per lo strumento. Grazie al talento di Arnold e all'incoraggiante energia della sua classe, Simon riscopre a poco a poco le gioie della musica. Riuscirà a ritrovare l'energia necessaria per ottenere la fiducia degli allievi e mantenere la promessa di portare la classe

ad esibirsi al saggio finale alla Filarmonica di Parigi?

 

 

 

 

 

 

Giovedì 23 luglio
CENA CON DELITTO di Rian Johnson (2019, 130')

 

Rian Johnson rende il proprio omaggio alla regina del giallo Agatha Christie con KNIVES OUT, intrigante e attuale mistery, dove tutti, nessuno escluso, possono essere il possibile assassino. Un film imprevedibile che si snoda tra svolte narrative e stilistiche soprendenti.
Harlan Thrombey, romanziere, editore e carismatico patriarca di una bizzarra famiglia allargata, è morto. Scoperto dalla giovane cameriera Marta la mattina dopo un'imponente festa di compleanno per i suoi 85 anni, il cadavere eccellente ha la gola tagliata ma sembra essere il frutto di un suicidio. La lussuosa villa di campagna di Thrombey vede l'arrivo di due ispettori di polizia, dell'investigatore privato Benoit Blanc, e dei familiari del ricco imprenditore, guidati dai figli Linda e Walter e dalla nuora Joni. Con un'eredità che fa gola a ognuno di loro, e con un'indagine che gratta sotto la superficie degli eventi, la costernazione lascia velocemente il posto al sotterfugio e al pregiudizio.

 

 

 

 

 

 

Martedì 28 luglio
HAPPY WINTER di Giovanni Totaro (2017, 90')

Evento in collaborazione con Aiace Torino (i tesserati entrano gratuitamente).

Film realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte - Piemonte Doc Film Fund.

Presentano Simone Catania per Indyca Film, Enrico Verra per Aiace Torino e Paolo Manera per FCTP.

Ogni anno d'estate sulla spiaggia di Mondello a Palermo, vengono costruite più di mille cabine pronte ad ospitare altrettanti nuclei di bagnanti che vi passeranno la stagione. Per queste persone le capanne sono lo scenario perfetto per nascondersi dietro al ricordo di uno status sociale che la crisi degli ultimi anni ha minato. Una famiglia s'indebita per fare le vacanze al mare e apparire benestante tra i bagnanti; tre donne si abbronzano per sentirsi ancora giovani e diventare le star dell'estate, mentre nella stessa spiaggia un barista pensa a guadagnare più soldi possibili per superare l'inverno. Tutti aspettano la notte di ferragosto per vivere da protagonisti la fiera della vanità estiva e continuare a fare finta che la crisi economica non esista.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 30 luglio
L'ISOLA DEI CANI di Wes Anderson (2018, 101')

 

Giappone, 2037. Il dodicenne Atari Kobayashi va alla ricerca del suo amato cane dopo che, per un decreto esecutivo a causa di un'influenza canina,

tutti i cani di Megasaki City vengono mandati in esilio in una vasta discarica chiamata Trash Island.

Atari parte da solo nel suo Junior-Turbo Prop e vola attraverso il fiume alla ricerca del suo cane da guardia, Spots.

Lì, con l'aiuto di un branco di nuovi amici a quattro zampe, inizia un percorso finalizzato alla loro liberazione.

 

 

 

 

 

 

Martedì 4 agosto
MOKA NOIR, A OMEGNA NON SI BEVE PI┌ CAFF╚ di Erik Bernasconi (2019, 93')

Proiezione in collaborazione con il Glocal Film Festival. Film in concorso - Panoramica Doc.

Intervengono autori e staff del festival.

Nella cittadina italiana Omegna nel ventesimo secolo è nato il distretto del casalingo.

Le aziende come Bialetti, Alessi e Piazza sfruttarono il boom economico del dopoguerra e divennero conosciute in tutto il mondo.

A seguito delle crisi economiche, dei cambiamenti generazionali, della globalizzazione, delle delocalizzazioni e delle lotte operaie,

gli anni d'oro finirono drasticamente lasciando un immenso vuoto non solo negli stabilimenti abbandonati,

ma anche nei cuori della popolazione locale.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 6 agosto
JULIET NAKED di Jesse Peretz (2018, 105')

 

Annie vive da lungo tempo una relazione abitudinaria con Duncan, fan ossessivo dell'ormai sconosciuto musicista rock Tucker Crowe. L'uscita del demo acustico di un album di successo di Tucker di venticinque anni prima porterà a un incontro con il rocker che cambierà la vita di tutti i protagonisti. Juliet, Naked – Tutta un'altra musica, tratto dall'omonimo romanzo di Nick Hornby, è una commedia sulle nuove chance che la vita ci offre.

 

 

 

 

 

 

Martedì 11 agosto
IL VIAGGIO DI YAO di Philippe Godeau (2018, 103')

 

Annie vive da lungo tempo una relazione abitudinaria con Duncan, fan ossessivo dell'ormai sconosciuto musicista rock Tucker Crowe. L'uscita del demo acustico di un album di successo di Tucker di venticinque anni prima porterà a un incontro con il rocker che cambierà la vita di tutti i protagonisti. Juliet, Naked – Tutta un'altra musica, tratto dall'omonimo romanzo di Nick Hornby, è una commedia sulle nuove chance che la vita ci offre.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 20 agosto
MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI di Stefano Cipani (2019, 101')

Presenta Carlo Griseri

Jack ha sempre desiderato un fratello maschio con cui giocare e quando nasce Gio, i suoi genitori gli raccontano che suo fratello è un bambino "speciale". Da quel momento, nel suo immaginario, Gio diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare. Quando Jack arriva al liceo e si innamora di Arianna, decide di nascondere alla ragazza e ai nuovi amici l'esistenza del fratello. Ma non si può pretendere di essere amati nascondendo una parte così importante di sé. La verità verrà presto a galla e alla fine Jack riuscirà a farsi travolgere dall'energia e dalla vitalità di Gio, che grazie al suo originale punto di vista riuscirà a trasformare il mondo, proprio come un supereroe.

 

 

 

 

 

 

Martedì 25 agosto
TUTTO IL MIO FOLLE AMORE di Gabriele Salvatores (2019, 97')

Presenta Carlo Griseri

Sono passati sedici anni dal giorno in cui Vincent è nato e non sono stati sedici anni facili per nessuno. Né per Vincent, immerso in un mondo tutto suo, né per sua madre Elena e per il suo compagno Mario, che lo ha adottato. Willi, che voleva fare il cantante, senza orario e senza bandiera, è il padre naturale del ragazzo e una sera qualsiasi trova finalmente il coraggio di andare a conoscere quel figlio che non ha mai visto e scopre che non è proprio come se lo immaginava. Non sa, non può sapere, che quel piccolo gesto di responsabilità è solo l'inizio di una grande avventura, che porterà padre e figlio ad avvicinarsi, conoscersi, volersi bene durante un viaggio lungo le strade deserte dei Balcani in cui avranno modo di scoprirsi a vicenda, fuori dagli schemi, in maniera istintiva. E anche Elena e Mario, che si sono messi all' inseguimento del figlio, riusciranno a dirsi quello che, forse, non si erano mai detti.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 27 agosto
BOHEMIAN RHAPSODY di Dexter Fletcher e Bryan Singer (2018, 106')

 

Da qualche parte nelle suburb londinesi, Freddie Mercury è ancora Farrokh Bulsara e vive con i genitori in attesa che il suo destino diventi eccezionale. Perché Farrokh lo sa che è fatto per la gloria. Contrastato dal padre, che lo vorrebbe allineato alla tradizione e alle origini parsi, vive soprattutto per la musica che scrive nelle pause lavorative. Dopo aver convinto Brian May (chitarrista) e Roger Taylor (batterista) a ingaggiarlo con la sua verve e la sua capacità vocale, l'avventura comincia. Insieme a John Deacon (bassista) diventano i Queen e infilano la gloria malgrado (e per) le intemperanze e le erranze del loro leader: l'ultimo dio del rock and roll.

 

 

 

 

 

 

Martedì 1 settembre
IN VIAGGIO VERSO UN SOGNO di Tyler Nilson e Michael Schwartz (2019, 97')

 

Zak, un giovane ragazzo con la sindrome di Down, scappa dalla casa di cura dove vive per inseguire il sogno di allenarsi con il suo eroe e diventare un wrestler professionista. In un'imprevista svolta del destino, la strada di Zak s'incrocia con quella di Tyler, un burbero fuorilegge in fuga. Tra i due nascerà un'amicizia così forte da riuscire persino a convincere Eleanor, amorevole ma determinata tutrice di Zak, a unirsi al loro viaggio verso la Florida. Un'avventura moderna in stile Mark Twain per sognare senza limiti.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 3 settembre
LA FAVORITA di Yorgos Lanthimos (2018, 119')

 

Inghilterra, 18esimo secolo. La regina Anna è una creatura fragile dalla salute precaria e il temperamento capriccioso.

Facile alle lusinghe e sensibile ai piaceri della carne, si lascia pesantemente influenzare dalle persone a lei più vicine, anche in tema di politica internazionale. E il principale ascendente su di lei è esercitato da Lady Sarah, astuta nobildonna dal carattere di ferro con un'agenda politica ben precisa:

portare avanti la guerra in corso contro la Francia per negoziare da un punto di forza - anche a costo di raddoppiare le tasse sui sudditi del Regno.

Il più diretto rivale di Lady Sarah è l'ambizioso politico Robert Harley, che farebbe qualunque cosa pur di accaparrarsi i favori della regina.

Ma non sarà lui a contendere a Lady Sarah il ruolo di Favorita: giunge infatti a corte Abigail Masham, lontana parente di Lady Sarah,

molto più in basso nel sistema di caste inglese. Quel che non manca ad Abigail però sono la bellezza e l'istinto di sopravvivenza,

sviluppato in decenni di abusi e prepotenze subìte. Quale delle due donne riuscirà ad insediarsi per sempre come Favorita della regina?

 

 

 

 

 

 

Martedì 8 settembre
DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (2019, 100')

 

Petrunija è laureata in storia, ha 32 anni, vive nella cittadina macedone di Štip e non ha un'occupazione.

Rientrando verso casa dopo un colloquio di lavoro andato male, si ferma ad assistere a una cerimonia ortodossa per le strade.

Il rituale prevede che il prete getti una piccola croce nel fiume e che gli uomini si precipitino a recuperarla.

Petrunija, vicina alla riva, vede che nessuno raggiunge l'oggetto sacro e si tuffa a recuperarlo.

Ne nasce una rissa per strapparle la croce di mano e, più tardi, la giovane è portata al posto di polizia

per essere interrogata su un gesto che è stato filmato e il video è diventato popolare in internet,

attirando l'attenzione della giornalista di una televisione nazionale.

 

 

 

 

 

 

Giovedì 10 settembre
LE INVISIBILI di Louis-Julien Petit (2019, 102')

 

Campione d'incassi in Francia con oltre 10 milioni di euro al box office, LE INVISIBILI è un'imperdibile commedia degna del miglior Ken Loach,

capace di unire impegno e divertimento per affrontare un tema quanto mai attuale.

Protagoniste del film sono quattro assistenti sociali dell'Envol, un centro diurno che fornisce assistenza alle donne senza fissa dimora.

Quando il Comune decide di chiuderlo, si lanciano in una missione impossibile: dedicare gli ultimi mesi a trovare un lavoro

al variopinto gruppo delle loro assistite, abituate a vivere in strada. Violando ogni regola e incappando in una serie di equivoci,

riusciranno infine a dimostrare che la solidarietà al femminile può fare miracoli.

 

 

 

 

 

 

Martedì 15 settembre
GRANDI BUGIE TRA AMICI di Guillaume Canet (2019, 125')

 

Preoccupato, Max si è rifugiato nella sua casa al mare per ritrovare la tranquillità. I suoi migliori amici, che non vede da tre anni, bussano a sorpresa alla sua porta il giorno del suo compleanno. La sorpresa è ben riuscita, meno l'accoglienza che Max riserva al gruppo... Ben presto Max precipiterà in un gioco di finzione e di falsa felicità che metterà la banda di fronte a delle situazioni a dir poco inattese. I bambini si sono fatti grandi, altri sono venuti al mondo e i genitori non hanno più le stesse priorità... le delusioni, gli incidenti della vita... quando tutti decidono di gettare la maschera, cosa resta allora dell'amicizia?

 

 

 

 

 

 

Giovedì 17 settembre
UNA CANZONE SENZA FINALE di Paolo e Riccardo Sarà (2019, 64')

Film realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte - Piemonte Doc Film Fund.

Evento finale organizzato con Seeyousound. Intervengono autori, staff del festival e Paolo Manera per FCTP.

I Truzzi Broders sono nati con i punk, ma non sono mai stati punk. Da un punto di vista musicale erano la minoranza della minoranza. Frequentavano il Centro d'Incontro Vanchiglia nel periodo in cui tra quelle mura si sviluppava la scena punk hardcore di Torino. Influenzati musicalmente dal punk di origine britannica e dal rock, i Truzzi Broders sono testimoni delle tensioni e delle emozioni che animavano il periodo storico, distinguendosi all'interno di quella scena musicale anche grazie a una verve creativa capace di raccontare con ironia il quotidiano.
Una canzone senza finale è un documentario che, a partire dal materiale di archivio girato direttamente dalla band, ci permette di gettare uno sguardo sulla Torino degli anni Ottanta. Una città difficile che, nelle testimonianze di chi era ragazzo in quel periodo, appare come un luogo grigio, pesante, senza occasioni di svago e di socialità. Una città che viveva con i ritmi scanditi dalla grande industria nonostante la tensione che si respirava al di là dei cancelli, tra le strade, nei quartieri, tra la gente alla ricerca di una identità. Esplodeva il dramma della tossicodipendenza ed iniziavano le prime casse integrazioni massive. Il 29 maggio 1982 al Centro d'Incontro Vanchiglia, i gruppi punk hardcore della città si riunivano in un concerto con uno slogan emblematico: contro la disperazione urbana. È una data storica per un movimento culturale che negli anni seguenti si imponeva in tutta la penisola e oltre i confini nazionali e dava vita ad un fermento i cui frutti sono visibili ancora oggi.

 


 

 

 

Con il sostegno di:

 

 

nell'ambito di:

 

 

 

Con il patrocinio di:

Circoscrizione 8

 

 

 

In collaborazione con:

Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario
Casa del Quartiere di San Salvario
Bagni Municipali

 

 

 

 

 

Associazione Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - P. IVA 08495900014
CineTeatro Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - Tel/Fax 011 655187 - Created by Wic.it