CineTeatro Baretti  
 
English version

 

 

 

 

La Scuola Popolare di Musica è un progetto d'integrazione culturale e sociale realizzato dall'Associazione Baretti.
Sin da piccoli si può sviluppare una sensibilità artistica e coltivare un'intelligenza creativa ed emotiva. Attraverso la musica - e alla pratica orchestrale in particolare - intendiamo educare i bambini, soprattutto quelli in fasce sociali più deboli ed esposte a povertà e degrado, alla conoscenza dei propri talenti e della ricchezza delle esperienze collettive.
La musica suscita la speranza nelle persone, coltiva i sentimenti nobili dell'essere umano. Ecco perché crediamo al valore di crescere in Orchestra e al beneficio che può diffondere a tutti coloro che ne vengono a contatto: i bambini che la suonano, le famiglie che li sostengono, la comunità e i luoghi che abitiamo.

 

Il progetto s'ispira all'operazione attuata in Venezuela da Josè Antonio Abreu nota con il nome di El Sistema: esso consiste in un sistema di educazione musicale pubblica, diffusa e capillare, con accesso gratuito e libero per bambini e fanciulli di tutti i ceti sociali. Coerentemente, i corsi della Scuola Popolare di Musica sono tenuti da docenti che provengono da diverse parti del mondo, e propongono un approccio non ortodosso e cattedratico.

 

 


Sono tre i livelli sociali su cui la Scuola Popolare di Musica intende esprimere il suo impatto: quello personale, quello familiare e quello della comunità.

 

1 - Livello personale
A livello personale-individuale, la musica contribuisce a elevare la sua dimensione spirituale e porta a uno sviluppo integrale della sua personalità.
I vantaggi emotivi e intellettuali sono enormi: si acquisiscono capacità di direzione, senso dell'impegno, di responsabilità del contributo individuale al raggiungimento di immensi obiettivi comuni. Tutto questo fa sviluppare autostima e fiducia in se stessi.
Madre Teresa di Calcutta diceva: La cosa più miserabile e tragica della povertà non è la mancanza del pane o di un tetto, bensì nel "sentirsi nessuno".
Essere nessuno, non avere identità, non avere stima pubblica. Ecco perché lo sviluppo di un bambino all'interno dell'orchestra e del gruppo gli da un senso di identità nobile e lo converte in un modello per la sua famiglia e la sua comunità.

 

2 - Livello della famiglia
All'interno della famiglia, il supporto dei genitori si potrà rafforzare. Il figlio diventa un modello per entrambi i genitori, e questa è una cosa importantissima soprattutto per i bambini più in difficoltà.
Una volta che un bambino scopre di essere importante per la sua famiglia cerca nuovi modi per migliorarsi, aspira al meglio, in senso individuale e collettivo, e spera nel miglioramento sociale ed economico della sua famiglia.
Così si crea una dinamica costruttiva e ascendente.

 

3 - Livello della comunità
Infine, nella sfera della comunità l'attività dell'orchestra restituisce quanto appreso, attraverso eventi pubblici. La spontaneità che si lega all'esperienza della musica la esclude dall'essere un bene di lusso, convertendola in patrimonio sociale comune. L'immensa ricchezza spirituale che è propria della musica finisce per prevalere sulla povertà materiale, o affettiva in genere.
Quando gli insegni a suonare in orchestra, un bambino non è più povero, o solo. Entra in una fase di progresso, acquisisce un livello di azione che lo trasformerà in un vero cittadino, migliorando la comunità nella quale è inserito.
Oltre alle ricadute sui singoli partecipanti, l'obiettivo progettuale di medio periodo è costituire una vera e propria Orchestra sinfonica infantile di San Salvario, traguardo ambizioso che richiederà diversi anni e in linea con l'orientamento complessivo.

 

 


Le caratteristiche principali del progetto sono:
Qualità: tutti i corsi presentati sono tenuti da artisti e docenti diplomati in Conservatorio ed internazionali, sensibili alle tematiche dell'accesso alla cultura per i più svantaggiati.
Accessibilità: il costo per l’utenza sarà per quanto possibile graduato per fasce di reddito, e persino nullo se necessario; in questo modo si realizza una ridistribuzione delle risorse che permette di non escludere nessuno.
Sussidiarietà: il successo dell'iniziativa sarà in buona parte decretato dalla capacità dei vari soggetti coinvolti di collaborare senza dipendere esclusivamente dalle sovvenzioni pubbliche.

 

 


Partecipanti:
ca. 300 nelle scuole materne, ca. 250 fra primaria e secondaria
   
Insegnanti:
25 (da Albania, Cuba, Italia, Romania, Macedonia, Messico, Russia, Senegal, Turchia, Polonia)
   
Strumenti:
flauto (dolce e traverso), clarinetto, violino, viola, violoncello, chitarra classica e ritmica, percussioni, contrabbasso, tromba, oboe, batteria, sassofono, pianoforte
   
Lo staff:
segreteria + 20 volontari
   
I luoghi:
Casa del Quartiere, Scuola elementare Rayneri, Scuola media Manzoni, Scuole materne Bay-Rubatto-Cavoretto, CineTeatro Baretti, Scuola media Fermi, Scuola materna Bonacossa, Scuola elementare Fregonese, IC Turoldo, Oratorio “San Luigi”, #spazionizza11

 

Docenti:
Violino: Teodora Gapik, Ayben Soytuna, Yulia Verbitskaya, Anna Di Chio, Diana Imbrea, Tugce Okcesiz, Giuliana Toselli

Viola: Eriola Gripshi
Violoncello: Sureymis Tapanes, Arianna Massara, Lucia Sacerdoni
, Doriana Magri, Delfina Parodi

Contrabbasso: Fortunato D'Ascola

Flauto: Veronica Corapi

Clarinetto: Irene Asprea

Tromba: Francesco Salonna
Oboe: Claudia Bellamino

Chitarra ritmica: Luca Costanzo

Chitarra classica: Ivan Bringas

Percussioni: Magatte Dieng
Batteria: Emir Berk Tutkan

Pianoforte: Karolina Tatar

ritmica: Claudia Bellamino e Pamela Pelaez

Coordinatore didattico: Ayben Soytuna

Direttore orchestra Minima: Arianna Massara

Direttore orchestra Vivaldini: Ayben Soytuna

Preparatore orchestra Beethoven: Teodora Gapik

Direttore orchestra Beethoven: Federico Ragionieri

(dove il nome dell'insegnante è cliccabile significa che è presente il relativo curriculum vitae)

 

 


 

SCUOLE MATERNE

Età partecipanti: dai 3 ai 5 anni
Sede: Scuole Bay, Rubatto, Cavoretto, Bonacossa
Strumenti e materiali: gratuiti, forniti dal corso

 

SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIA

Età partecipanti: dai 6 ai 18 anni
Numero allievi per classe: variabile secondo lo strumento (da 1 a 8)
Orario: pomeridiano dal lunedì al venerdì, mattina di sabato
Frequenza settimanale:

Archi, fiati, pianoforte: 3/4 ore settimana, di cui 1-2 di orchestra (in ragione del livello)
Chitarra: 1h settimana
Percussioni: 1h settimana

Batteria: 1h settimana

 

 



 

Lo spirito di fondo del progetto musicale “SPM” è l’accessibilità per tutti. Chi ha la possibilità di godere di un reddito ISEE elevato è perciò invitato a contribuire con una quota annua superiore al costo medio unitario (ca. 650€): così facendo sosterrà la partecipazione di chi si trova al di sotto di tale livello di reddito, alimentando così una dinamica ridistributiva concreta.

 

FASCIA TARIFFARIA (quota autodeterminata in base all'annuo ISEE):


 
Reddito annuo ISEE

Quota annuale 18/19

(con lezione strumento individuale)

Quota annuale 18/19

(con lezione strumento

di gruppo)

0
€ 0
€ 10
€ 10
A
< 5k
€ 120
€ 100
B
< 10k
€ 230
€ 200
C
< 15k
€ 340
€ 300
D
< 20k
€ 460
€ 410
E
< 25k
€ 620
€ 560
F
< 30k
€ 750
€ 680
G
< 35k
€ 920
€ 830
H
< 40k
€ 1000
€ 900
I
< 45k
€ 1100
€ 990
L
< 50k
€ 1200
€ 1080
M
> 50k
€ 1300
€ 1170
solo ORCHESTRA
€ 230
PERCUSSIONI
€ 260
CHITARRE
€ 340
€ 300

 

Il contributo per fratelli/sorelle è ridotto del 50%

Il pagamento del contributo può essere effettuato in tre rate (al momento dell’iscrizione, entro Natale, entro Pasqua)

 

 

ISCRIZIONI
L'iscrizione definitiva dovrà avvenire dopo la lezione di prova, per dare la possibilità a chi è in lista d'attesa di poter eventualmente subentrare nei posti liberi.  

Per iscriversi:

• Compilare modulo di iscrizione
• Effettuare pagamento quota (totale o della 1 rata)
• Presentare modulo ISEE, se inseriti in fasce diverse dalla “M” (per chitarra, percussioni e orchestra non è necessario trattandosi di quota unica)

 

Presentazione dell'attività 2018/2019

Scarica la comunicazione ai genitori e agli allievi per l'anno scolastico 2018/2019

Scarica il modulo d'iscizione 2018/2019

 

I pagamenti potranno essere effettuati secondo due modalità:
- con bonifico: Ass.Baretti, IT15U0501801000000011350667, Banca Pop. Etica (indicando “Contributo SPM – nome dell’allievo”);
- direttamente presso il CineTeatro Baretti in orario di segreteria (martedì, mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19) oppure presso la Casa del Quartiere il sabato dalle 10 alle 12.


 


PRESTITO STRUMENTI
La Scuola Popolare di Musica offre la possibilità di usufruire del prestito di alcuni strumenti (violini, viole, violoncelli, contrabbasso, flauti, clarinetti, chitarre, tromba), fino a esaurimento delle scorte.
A seguito dell'avvenuta iscrizione si potrà fare richiesta presso il CineTeatro Baretti i martedì, dalle 17.00 alle 19.00. Persona di riferimento: Vincenzo Corvino.
Il prestito ha la durata massima di 12 mesi e sarà necessario compilare il seguente modulo (clicca qui per scaricarlo).
La dimensione dello strumento vi dovrà essere indicata dall'insegnante.
ATTENZIONE: in caso di danneggiamento dello strumento, le spese di riparazione saranno a carico dello studente.

E' stato attivato un mercatino musicale, per informazioni clicca qui.

 

 


Per poter funzionare, la SPM ha bisogno dell'apporto di volontari per numerose azioni organizzative e logistiche. Nel corso dell'anno sono stati creati 3 gruppi di lavoro, operanti nei seguenti ambiti:

Comunicazione
Interna (mailing list, blog di scambio)
Esterna (social, media, contatti con altre scuole, grafica e materiali)
   
Fund raising
Bandi (pubblici e privati)
Crowdfunding
Sponsorships
Eventi di autofinanziamento
   
Logistica
Allestimento sala prove
Magazzino strumentale
Accompagnamento bambini
   

Fragilità
Raccogliere ed indirizzare eventuali segnalazioni di bambini in condizioni di fragilità socio-economica

Facilitare i contatti fra nucleo famigliare, SPM e sostegni esterni (servizi sociali, educatori, maestri,...)

 

 


Appuntamenti del 2018:

LiberaMusica, per una musica a miscura di bambino. Fare musica insieme come strumento di inclusione sociale.
Teatro Rossini, Pesaro. 14 aprile 2018.
Un convegno, tanti ospiti, un concerto, tanti bambini da tutta Italia a Pesaro per suonare insieme in una grande orchestra

   

Festa delle culture, rassegna di musiche dal mondo.
Domenica 6 maggio, ore 15.30
Scuola Popolare di Musica dell'Associazione Baretti + Orchestra AlvaMod + Associazione Tamra + Coro Anch'io
Il concerto è ospitato da San Salvario Emporium.

 

 

> Consulta il calendario degli appuntamenti degli anni passati

 


 

 


SEGRETERIA SPM
Tel. 011 655187

Tel. 339 3888902 (unicamente negli orari di segreteria):

• martedì, mercoledì e venerdì dalle 17 alle 19, presso il CineTeatro Baretti
• sabato dalle 10 alle 12, presso la casa del Quartiere

Email: spmbaretti@gmail.com

 

 

 

 

 

CORSI DI MUSICA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In collaborazione con:

 

 

 

Associazione Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - P. IVA 08495900014
CineTeatro Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - Tel/Fax 011 655187 - Created by Wic.it