CineTeatro Baretti  
 

MEGLIO A TEATRO CHE MALE ACCOMPAGNATO| Stagione teatrale 2019/2020

5-6-7 febbraio 2020, ore 21
ROSA CONCHIGLIA
Le vicissitudini poetiche e biografiche di Ana´s Nin

 

 

di Magdalena Barile

 

con Anna Amadori

immagini Alberto Sarti

assistenza Nella Califano

 

ASSOCIAZIONE LIBERTY

 

 

Siamo a New York nel 1940. La scrittrice Ana´s Nin Ŕ appena scappata da Parigi e dalla guerra, la sua fama di affascinante anticonformista la precede ma il suo lavoro fatica a radicarsi negli ambienti intellettuali newyorchesi. Quando un collezionista erotomane le commissiona una serie di racconti la cosa si rivela una buona occasione di guadagno. Ana´s raccoglie intorno a sÚ un circolo di giovani artisti squattrinati e insieme cominciano a scrivere raffinata pornografia in un fitto scambio di storie fra vita vissuta e sogno. La scrittrice scoprirÓ che la strada dell'emergenza della crisi e della dissolutezza Ŕ lastricata di poesia.

 

Rosa Conchiglia racconta la storia di una vocazione ostacolata dalla Storia e di un'esistenza votata ai sensi. Scrivendo storie erotiche, l'autrice scoprý se stessa, e affin˛ lo stile dei suoi celebri Diari, per cui negli anni '60 venne conosciuta e celebrata dal movimento femminista, diventandone un'icona.

 

 

 

 

 

 

Non vediamo le cose come sono, ma le vediamo come siamo.

 

Andare sulla luna, non Ŕ poi cosý lontano. Il viaggio pi¨ lontano Ŕ quello all'interno di noi stessi.

 

Odio gli uomini che temono la forza delle donne.

 

Creare un mondo tutto mio, come un luogo, una regione, un'atmosfera in cui poter respirare, regnare e ricrearmi quando ero spossata dalla vita.

Questa, credo, Ŕ la ragione di ogni opera d'arte.

 

 

 

 

 

NOTA DELL'AUTRICE, ANNA AMADORI

 

I primi anni della vita americana, Ana´s Nin li vive in una soffitta. Con una consapevolezza fuori del comune e un pragmatismo tenace, Ana´s Nin trasforma il sottotetto del palazzone newyorkese in una roccaforte per conquistare il Nuovo Mondo. Le armi di questa battaglia senza spargimenti di sangue se le porta dalla Vecchia Europa: il primato dell'immaginazione, il culto del pensiero e dell'intelligenza, l'elevatezza del sentire e del gusto, la concezione dell'arte come strumento primo di conoscenza del reale e l'amore per i suoi colleghi artisti. Il tempo dello spettacolo Ŕ dunque il tempo della soffitta. Escludendo qualsiasi tentazione realistica, la soffitta di Rosa Conchiglia Ŕ un luogo psichico, una stella dello spazio siderale che illumina il presente americano, duro e umiliante di povertÓ e incomprensione, con i bagliori di una storia personale e collettiva potente. ╚ con la luce della sua vitale e concreta immaginazione che Ana´s trova posto in un mondo che tuttavia le rimane incomprensibile e volgare. Dunque la soffitta nello spettacolo Ŕ uno spazio bianco, piccolo eppure sconfinato proprio come la nostra testa, un libro aperto, un pop-up di una antica e civettuola poltrona, in apparenza troppo bassa ma in realtÓ perfetta per scatenare l'atto psicomagico - oggi si direbbe cosý con un esitante sorriso e forse lo definirebbe in ugual modo, ma con una risata decisa, la stessa Ana´s, il cui sguardo oltrepassava il presente per un futuro che lei, con un grande senso dell'umorismo, giÓ si portava addosso -, l'atto psicomagico della "creazione" di sŔ e della propria storia.

 

Mio padre Ŕ nato nel paese delle arance. Mi accorgo subito della differenza fra un frutto e la sua imitazione cattiva. Per bermi una buona spremuta io devo scriverla. Per fare conoscenza con una persona devo annotarne i movimenti. Per ricordare un pomeriggio d'amore devo andare a rileggere. Solo le cose che scrivo sono vere finalmente, hanno sapore.

 

╚ facile parafrasare: solo le cose che re-cito sono vere, solo le cose trasformate dalla virt¨ dell'immaginazione sono vere. Questo Ŕ lo spettacolo, incarnato da un sÚ, che rivive e non narra, e vivo di immagini e parole che riverberano riflesse dallo sguardo di stella di una creaturina luminosa, fortissima e leggera, intensa e comica.

 

 

 

 

 

BIGLIETTERIA:

 

INTERO 12€

RIDOTTO 10€ (under25/over65)

Convenzione 4 spettacoli 32€

Convenzione 10 spettacoli 70€

Il Baretti aderisce all'iniziativa promossa dalla Città di Torino che favorisce l'ingresso ad un prezzo speciale per i possessori del carnet PASS60.

 

Acquista i biglietti online su Anyticket.it

 

 

PRENOTAZIONI:

Chi ha acquistato una convenzione 4 o 10 spettacoli e vuole vedere questo spettacolo deve obbligatoriamente prenotare via mail all'indirizzo prenotazioni@cineteatrobaretti.it fino al giorno precedente la prima replica dello spettacolo.

 

 

PREVENDITA:

I biglietti sono in vendita tutti i giorni in cui è aperta la cassa della sala per cinema o altri eventi.

Giorni e orari di apertura della cassa per la prevendita possono cambiare, vi consigliamo di verificare telefonicamente o di verificare sul sito se sono presenti eventi nel momento in cui siete comodi passare per fare l'acquisto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Maggior sostenitore:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La stagione teatrale MEGLIO A TEATRO CHE MALE ACCOMPAGNATO è stata realizzata:

 

Con il sostegno della COMPAGNIA DI SAN PAOLO (maggior sostenitore) nell'ambito dell'edizione 2019 del bando "Performing Arts".

 

Con il contributo di: Città di Torino, Regione Piemonte, Fondazione CRT

 

Con il patrocinio di: Circoscrizione 8

 

Partner tecnici: Wic.it, Litrocubo, Solidarietà Insieme 2010,

 

Partner in San Salvario: Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario, Casa del Quartiere

 

Media Partner: Radio Energy

Associazione Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - P. IVA 08495900014
CineTeatro Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - Tel/Fax 011 655187 - Created by Wic.it