CineTeatro Baretti Sostieni il CineTeatro Baretti
Alla musa

Stupidorisiko

 

  Tutti gli spettacoli
di White Cube:
 
  First life  
  Underwork  
  Aller simple - Solo andata
 
  Bagdad mon amour  
  Mozart nacht und tag  
  Radio Africa  
  Le sorelle Bronte  
  Stupidorisiko
 
  Italiani cģncali !
 
    La turnąta  
  Under my skin  
  ...di nessun luogo?  
  Le benevole  

 

 
1
1

12 - 13 marzo 2009


Una geografia di guerra


di Patrizia Pasqui
con Mario Spallino

Spettacolo di Emergency
Si ringrazia l' Associazione Riccardo Braghin

E' possibile raccontare una geografia di guerra? Una geografia, cioè, dove non contano i confini, il fiume più lungo, la vetta più alta, ma ciò che conta è ad esempio una linea, la “linea degli Ossari”, che ha attraversato l'Europa e lungo la quale milioni di persone hanno perso la vita a causa di una guerra.
Può la geografia essere la causa di una guerra?
Guernica è solo il titolo di un quadro?
Può una nazione civilizzata essere capace di un olocausto?
Può una guerra collegare Sud America, Africa e Sud Est Asiatico?
Cosa nascondeva un muro che ha diviso l'Europa per quarantacinque anni?
Può esistere un marine che parla toscano?
E il cinema, che c'entra con tutto questo?

Il racconto teatrale parte dalla Prima Guerra Mondiale e arriva alle guerre dei giorni nostri, attraverso episodi - tutti storicamente documentati- emblematici della guerra.
Essi si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano e che rappresenta il soldato di oggi.

Mario Spallino, livornese, si è diplomato alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman. Ha lavorato a lungo con Gassman, con Giorgio Gaber e, al cinema, con i fratelli Taviani. Dello spettacolo dice:

Ho avuto la fortuna di portare Stupidorisiko un po' dappertutto, nei teatri, nelle piazze, nelle scuole, perfino nelle università, e mi sono accorto che, nonostante ci sia spesso disinformazione o addirittura analfabetismo storico, c'è però un' attenzione particolare verso il fenomeno guerra, soprattutto se si trovano forme ed angolazioni alternative per raccontarlo. La discriminante è cercare di non distorcere la realtà, cioè di raccontare fatti riscontrabili storicamente, magari nella forma più leggera possibile, costantemente attenti a evitare le trappole della banalità, della retorica, della noia.
… L'associazione Emergency, oltre a costruire ospedali, cerca, nel suo piccolo, di costruire una cultura di pace anche attraverso un po' di conoscenza storica del fenomeno guerra e, per fare ciò, usa il teatro che è rimasta la forma di comunicazione più coinvolgente e libera.
Emergency è convinta che la conoscenza sia un presupposto indispensabile per schierarsi contro ogni tipo di violenza e Stupidorisiko è un piccolo tassello di questa strategia.

L'Associazione "Riccardo Braghin" (www.associazionebraghin.org) ripropone nelle sue attività e nelle sue iniziative i temi salienti che hanno caratterizzato la vicenda umana di Riccardo Braghin (1950-2005): l'esperienza dell'emigrazione, quella della fabbrica e della militanza politica negli anni ‘70, l'impegno nei settori della cooperazione e dell'ambiente, la grande attenzione al mondo della solidarietà e del volontariato.
“Discutere, progettare, fare”. Nel segno di Riccardo, l'Associazione chiede ai suoi soci non solo un'adesione formale con la sottoscrizione delle quote di iscrizione ma anche di considerare i suoi interventi e le sue iniziative come un territorio dove “liberare” le proprie risorse professionali dai vincoli del mestiere e renderle disponibili per tutti.

Scarica il comunicato stampa [formato Word]

 


Ingresso
Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.00.
Interi € 8 - Ridotti (over 60, under 25) € 6
Abbonamento 8 spettacoli a scelta € 40
Il Baretti aderisce all'iniziativa promossa dalla Cittą di Torino
che consente l'ingresso ad un prezzo speciale ai possessori del carnet PASS 60.

Prenotazioni
Si accettano prenotazioni via e-mail (info@cineteatrobaretti.it)
e telefoniche (tel. 011 655 187).
I biglietti prenotati possono essere ritirati la sera della rappresentazione
fino a 15 minuti prima dell'orario di inizio.
Dopo tale termine la prenotazione non sarà più considerata valida.


La stagione teatrale WHITE CUBE è realizzata
 

CON IL SOSTEGNO DI:
Compagnia di San Paolo - edizione 2008 Bando Arti Sceniche in Compagnia

CON IL CONTRIBUTO DI:
Cittą di Torino - Regione Piemonte - Fondazione CRT - Sistema Teatro Torino

CON LA COLLABORAZIONE DI:
Radio Rai 3 - Biennale di Venezia - Centro di Musica Antica Pietà dei Turchini
Teatro Regionale Alessandrino - MozArt-Box Portici

CON LA PARTECIPAZIONE DI:
Teatro Stabile Torino - Molecular Biotechnology Center - Emergency -
Centre Culturel français de Turin, nell'ambito di Suona Francese, festival di musica antica promosso dal Servizio culturale dell'Ambasciata di Francia in Italia

CON IL PATROCINIO DI:
Circoscrizione 8

Associazione Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - P. IVA 08495900014
CineTeatro Baretti - Via Baretti, 4 - 10125 Torino - Tel/Fax 011 655187 - Created by Wic.it