VERTIGINE

testo e regia Monica Luccisano

con Candida Nieri

disegno sonoro Stefano Somalvico
scenografia, ombre e disegno luci alTREtracce
(Massimo Arbarello, Fabio Bellitti, Sebastiano Di Bella)
assistente luci  Nicolò Barbonese

produzione Associazione Baretti e alTREtracce
con il contributo di Associazione Concertante Arte & Musica
e Fondazione Teatro Regio di Torino in collaborazione con Fondazione e Scuola del Teatro Stabile di Torino

Un sogno… Un monologo.
Una seduta psicoanalitica.
Un dialogo con il passato.

Candida Nieri (premio Ubu 2013) è protagonista di un lungo racconto, una confessione bruciante, un soliloquio in compagnia delle ombre generate dal pensiero. Si trova in un non-luogo della mente, catapultata forse durante una seduta psicanalitica, forse durante una metamorfosi dello spirito, in una dimensione claustrofobica che la induce a un continuo scavare nel proprio io sofferente, di fronte a un immaginario interlocutore.

Ne emerge un disagio esistenziale profondo, atavico, che si esprime in un disturbo, identificato con la sindrome di Menière, che provoca continue vertigini, fino all’emersione di traumi riposti nel silenzio della coscienza. E intorno a lei e alle sue parole si muovono suoni e ombre del passato.

Il disegno sonoro è curato da Stefano Somalvico, con ipnotiche percussioni still drum e hang drum e antichi strumenti a fiato.

La scenografia, le proiezioni in ombra e il disegno delle luci sono opera di alTREtracce, teatro d’ombre.

Sono molto gradite le donazioni su Satispay, un biglietto di ingresso virtuale per la visione dello spettacolo.
Anche solo un piccolo aiuto per noi può fare molto. Grazie!
Ci trovate come ‘CineTeatro Baretti’ oppure con questo QRCode:

oppure con bonifico su iban IT15U0501801000000011350667

Baretti

X