03 – Lunedì 6 aprile 2020

Lesse il libretto e lo trovò straordinariamente brutto

(Händel, Giulio Cesare, «Da tempeste il legno infranto»)

Corrado Rollin in questa pillola ci parla dell’importanza dei libretti d’opera. Partendo da un racconto di Italo Svevo in cui un letterato una sera lesse un libretto d’opera e lo trovò straordinariamente brutto arriviamo a capire che leggere un libretto è come leggere la sceneggiatura di un film. Per quanto fondamentale, lì dentro c’è solo la struttura del prodotto finale. E non è affatto semplice scriverlo. Vi invitiamo quindi a sentire questo racconto di Corrado e la splendida interpretazione della soprano Danielle De Niese.

Vi sfidiamo a stare fermi sulla sedia e non veniteci a dire che all’opera ci si annoia. Basta saperla raccontare e, soprattutto, saperla fare…

Viva l’opera, viva il Teatro, viva il Baretti.

Se le PILLOLE DI BOH ti piacciono, puoi farci una donazione su Satispay.
Anche solo un piccolo aiuto per noi può fare molto. Grazie!
Ci trovate come ‘CineTeatro Baretti’ oppure con questo QRCode:

Baretti

X