21 maggio 2021, ore 20

 

RADICI IN TASCA

di e con Erika La Ragione

chitarra e loop-station Rocco Di Bisceglie

Zagara Teatro

“ – Pronto, nonna. Come stai?
 – Come un’anca de cerza.
 …Come un’anca di quercia, come un ramo di quercia
che è forte e non si spezza.
Ogni volta che vedo una quercia vedo lei.”

 

RADICI IN TASCA un concerto-spettacolo che ripercorre le origini di una donna del sud trapiantata da anni al Nord Italia.

Un viaggio attraverso parole, ricordi, suggestioni, canti, musiche, alla scoperta di luoghi e immagini impressi nella mente e nel cuore.

La malinconia, che lascia trasparire il dolore di chi emigra lasciandosi tutto alle spalle, si alterna alla gioia e alla soddisfazione di vivere in un luogo che ti ha accolto offrendo possibilità e opportunità.

Innaffiare le proprie radici può far nascere nuovi germogli.

 

Erika La Ragione è un’attrice di origini palermitane, diplomata alla Scuola del Teatro Stabile di Torino nel triennio 2006-2009 sotto la guida del Maestro Mauro Avogadro. Ha l’onore di lavorare con registi quali John Turturro (“Italian Folktales”- 2010) e Marco Tullio Giordana (“The Coast of Utopia”- 2012). Nel 2017 consegue la laurea in Scienze dell’Educazione/ indirizzo educatore professionale socio-culturale con una tesi sulla Compagnia teatrale integrata e comunitaria assaiASAI, della quale dal 2012 è attrice, educatrice ed assistente alla regia.

Rocco Di Bisceglie è un chitarrista poliedrico di orgini pugliesi. Nel 2004 consegue il diploma in chitarra classica presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Nel 2005 frequenta la scuola di Alto Perfezionamento Chitarristico “Arts Academy” di Roma discutendo la tesi “La Chitarra contemporanea e le arti visive”. A Torino studia jazz con il maestro Matteo Negrin e composizione di musiche da film con il maestro Stefano Maccagno. Compone musiche per spettacoli teatrali ed è co-fondatore del “Duo Dans le vent”.

Zagara Teatro è una compagnia teatrale con sede a Torino. La zagara è il fiore degli agrumi e il nome deriva dai termini arabi Zahara: splendere, sfavillare di bianco e Zahr: fiore. È simbolo di purezza, fiorisce tra marzo e aprile e le api ne sono ghiotte.

Baretti

X