9 aprile, 7 e 21 maggio 2020, ore 21

HAROLD

Long Form di improvvisazione teatrale

Coordinamento artistico Marzia Maccarini e Roberto Zunino
Musiche improvvisate Enrico Messina
Luci e tecnica Riccardo Marocco


Teatrosequenza

 

Al di là delle parole, le parole si prestano a mille interpretazioni, se le si esamina, se da una singola parola scaturiscono mille azioni, soggetti, storie diversissime tra loro. Allora la parola viene come svuotata del significato, in quanto non ha mai un solo significato.
Ma le azioni, le emozioni, le storie quelle si, hanno un valore, un corpo, per essere vissute.
Harold, è tra i più noti format di improvvisazione teatrale, nasce negli anni 70 negli stati uniti diventando uno degli spettacoli di improvvisazione teatrale più rappresentati a livello mondiale. Occorre molto ascolto e fiducia tra gli attori, e tra la scena ed il musicista, per lasciarsi andare e giocare. Giocare recitando, poiché non ci saranno repliche a quanto accade; e a pensarci bene in molte lingue fare musica e teatro si traduce proprio con “giocare”.

Harold
Baretti

X